NUTRACEUTICI E ALIMENTI FUNZIONALI

Prevenire è meglio che curare“, famoso motto che racchiude in sé un grande significato. Ad oggi, con la corretta alimentazione si possono evitare piccoli e grandi malanni.

Spesso, è anche necessario associare specifici integratori nutraceutici.

Un primo approccio reale per contribuire positivamente al benessere generale è rappresentato dagli alimenti funzionali, che nascono in Giappone negli anni ‘80 come vere e proprie medicine. Si tratta in pratica di alimenti arricchiti di principi attivi di origine naturale o sostanze nutritive, e la loro funzione è quella di apportare benefici all’organismo.

Diplock et al. nel 1999 sul British Journal of Nutrition puntualizzano infatti che: “un alimento può essere considerato ‘funzionale’, se è sufficientemente dimostrata la sua influenza benefica su una o più funzioni del corpo, oltre ad effetti nutrizionali adeguati, tanto da risultare rilevante per uno stato di benessere e di salute o per la riduzione del rischio di una malattia. Gli effetti benefici potrebbero consistere sia nel mantenimento che nella promozione di uno stato di benessere o salute e/o in una riduzione del rischio di un processo patologico o di una malattia. “

I cosiddetti functional foods rappresentano diverse categorie di alimenti che fanno parte di ogni regime alimentare. La loro capacità di migliorare la salute ed il benessere di chi li assume, dev’essere quindi apprezzabile quando vengono assunti nelle porzioni previste da una normale dieta. Alcuni esempi di alimenti funzionali sono ad esempio le noci, le mandorle, le nocciole e la frutta secca in generale. Ne bastano 30 g al giorno per godere delle loro diverse proprietà benefiche.

I nutraceutici, invece, sono quei principi nutritivi contenuti negli alimenti che hanno effetti benefici sulla salute e si trovano in natura. Possono essere estratti, utilizzati per gli integratori alimentari, oppure addizionati negli alimenti. Più raro è trovarli negli alimenti naturali in quantità sufficienti ad ottenere dei benefici. Le sostanze nutraceutiche sono normalmente derivate dalle piante, dagli alimenti e da fonti microbiche. Esempi di nutraceutici sono i probiotici, gli antiossidanti, gli omega 3 e gli omega 6 e le vitamine. Vengono spesso utilizzati per prevenire le malattie croniche, per migliorare lo stato di salute e per ritardare il processo di invecchiamento generale.

La ricerca scientifica oggi, sta dedicando sempre più attenzione al ruolo degli integratori nutraceutici e degli alimenti funzionali in medicina preventiva. Quando una normale alimentazione non basta a supportare le nostre difese, diventa utile fornire all’organismo un ulteriore aiuto naturale per mantenere il benessere e prevenire disturbi. Grazie a ingredienti del tutto naturali dalle molteplici proprietà benefiche per il corpo, la nutraceutica è in grado di generare un benessere generale.

Un’alimentazione bilanciata che comprenda i giusti alimenti funzionali e, laddove sia necessario, i giusti nutraceutici è quindi la soluzione migliore per chi desidera seguire uno stile di vita migliore all´insegna della prevenzione e dell´equilibrio.

Dott.ssa Mariagrazia Nicolì

BIBLIOGRAFIA

-Diplock A.T. et al: Scientific concepts of functional foods in Europe: Consensus Document, British Journal of Nutrition 1999

-Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. www.trovanorme.salute.gov.it.