Alimentazione sana

MANTENERE L’EQUILIBRIO ELETTROLITICO CON UNA SANA ALIMENTAZIONE

Una dieta corretta oltre ad includere nella giusta proporzione gli alimenti deve contribuire anche a mantenere l’equilibrio idro-salino (o equilibrio idro-elettrolitico).

Per equilibrio elettrolitico si intende il principio per il quale la concentrazione di soluti nell’ambiente acquoso di un organismo vivente viene mantenuta costante nel tempo, attraverso il controllo dell’assunzione e della perdita di liquidi e di sali minerali, principalmente a base di sodio, potassio, cloro e calcio. 

Introdurre questi elettroliti tramite determinati alimenti è importante per mantenere una corretta idratazione e Ph del sangue e contribuire alla funzionalità di nervi e muscoli.

In generale, il sodio ed il cloro sono abbondanti nella dieta grazie anche all’utilizzo di sale da cucina. Gli elettroliti più carenti sono il magnesio, il calcio, il potassio, pertanto è consigliabile il consumo di verdura, frutta secca e fresca, prodotti lattiero-caseari e bevande contenenti i vari sali minerali.

Tra la frutta fresca/secca ad esempio è bene a tal proposito consumare melone essiccato, il quale per 100 g contiene 3180 mg di potassio e semi di canapa, i quali invece per 100 g contengono 527 mg di magnesio, elemento fondamentale che contribuisce anch’esso all’equilibrio tra gli elettroliti.

Questo tipo di bilancio viene perciò mantenuto costante sia con la dieta e sia con i vari meccanismi fisiologici regolati da ormoni antidiuretici, l’aldosterone e gli ormoni paratiroidei, che interagiscono con la funzione renale in modo da eliminare gli elettroliti in eccesso con le urine.

Disturbi elettrolitici come disidratazione o iperidratazione possono causare problemi cardiaci e neurologici se non adeguatamente trattati ed è per questo che bisogna sempre che ci sia un giusto equilibrio idrosalino.

L’organismo in genere può regolare queste sostanze in modo efficiente e mantenerle ai giusti livelli.

Ci sono però determinate circostanze, come periodi di vomito e diarrea, dove le perdite sono eccessive e pertanto potrebbe essere utile integrare con una soluzione di reidratazione contenente elettroliti (dietro consiglio medico).

La maggior parte delle persone soddisfa i propri bisogni attraverso una dieta bilanciata, anche se si può verificare uno squilibrio se si è disidratati a causa di malattie o eccesso di calore.

Dott.ssa Nicolí Mariagrazia

BIBLIOGRAFIA

-Nutsforlife edizioni, Buccella Francesca