LO SPUNTINO PRE-WORKOUT

Fare attività fisica senza aver prima mangiato qualcosa non è una grande idea.

La performance risente fortemente della mancanza di “carburante” e, senza il supporto energetico corretto, più che un’occasione di migliorare il proprio stato psico-fisico l’allenamento diventa un inutile spreco di tempo ed energia.

È importante che gli atleti consumino il rapporto ottimale di macronutrienti e micronutrienti nella loro dieta in base ai loro obiettivi di allenamento, come aumentare la massa muscolare o perdere grasso mantenendo la massa magra. E, in questo, la qualità del cibo è essenziale.

Sappiamo come la parola “bilanciato” esprima un concetto molto importante in ambito nutrizionale e a maggior ragione quando parliamo del paziente sportivo: tanto più lo supportiamo con l’alimentazione, tanto più trarrà beneficio dall’ allenamento.

Consigliare spuntini in cui si abbia una corretta ripartizione tra proteine, carboidrati e grassi nonché apporto di vitamine (come quelle del gruppo B) e minerali (come Mg e K) contribuisce a ottimizzare l’efficienza di sviluppo di energia nel lavoro muscolare.

Come spesso accade, anche e soprattutto nel caso degli spuntini pre-workout è l’indice glicemico degli alimenti a guidare il nostro consiglio attraverso i cibi: alimenti a basso IG consumati due ore prima dell’attività fisica permettono di rilasciare energia più lentamente, più a lungo e di massimizzare le riserve di glicogeno nei muscoli e nel fegato.

Ben vengano dunque proposte di merenda come:

  • frullato di yogurt e fiocchi di avena con un frutto fresco
  • toast con avocado
  • omelette di albumi e un frutto

Talvolta, tuttavia, potremmo trovarci davanti un paziente che non ha modo di tornare a casa e cucinare prima di fare sport. E quindi, si salta lo spuntino? Ovviamente no.

Un’alternativa molto valida è rappresentata dalla frutta secca, ricca di grassi mono e polinsaturi, proteine di buon valore biologico, minerali e vitamine. Si tratta di una fonte di energia concentrata facilmente digeribile nonché facilmente trasportabile e assumibile.

 

Proprio dall’ esigenza di venire incontro alle esigenze di questi pazienti sportivi nasce Regenera, linea di monodose da 30 g di frutta secca ed essiccata 100% naturale e biologica.

Sitografia