L'alimentazione e la cura della pelle

L’IMPORTANZA DEGLI SPUNTINI NELLA DIETA

Gli spuntini rivestono un ruolo fondamentale nella corretta alimentazione poiché tra le varie funzioni aiutano a gestire la fame evitando di arrivare affamati a pranzo e a cena.

Il mio consiglio è sempre stato quello di mangiare poco ma spesso e di consumare i classici cinque pasti al giorno.

Il nostro corpo ha continuo bisogno di energia ed è necessario fornire la giusta carica tramite il cibo. Se si mangia poco, può succedere infatti che ci sia un rallentamento del metabolismo con conseguente aumento di peso. È uno dei possibili effetti delle diete ipocaloriche, che molto spesso prevedono una restrizione calorica eccessiva con l´eliminazione di spuntini. Molte persone, erroneamente, sono portate a pensare che meno si mangia e più si dimagrisce ma realmente cosí non è. Inizialmente, questo ragionamento può funzionare ma non appena si torna a mangiare normalmente ecco che la bilancia sale nuovamente ed ogni sforzo è stato vano.

In genere, due spuntini equilibrati nella dieta di tutti i giorni possono aiutare a dimagrire. Mangiare spesso non vuol dire mangiare tanto. Uno spuntino quindi a metà mattina ed uno a metà pomeriggio possono contribuire a mantenere un metabolismo attivo, fornendo al nostro corpo la giusta carica soprattutto pima o dopo attività fisica. Uno spuntino in genere, dovrebbe apportare circa dal 5% al 10% delle calorie da assumere nell’intera giornata, che potranno essere ripartite, più o meno, nel modo dell’esempio seguente: 25% colazione, 5% spuntino, 35% pranzo, 8% merenda, 29% cena.

È possibile consumare i cinque pasti al giorno sia in un regime dietetico equilibrato e sia ipocalorico, l´importante è saper scegliere cosa introdurre. Ecco alcuni suggerimenti da poter mangiare senza troppi sensi di colpa all’interno di una dieta normo calorica: un frutto fresco, 30 g circa di frutta secca da poter suddividere tra mattina e pomeriggio, un pezzo di grana padano o cioccolato fondente, uno yogurt greco. Anche se si è a lavoro e si ha più difficoltà nel consumare un piccolo pasto, è possibile portarsi dietro della frutta secca come mandorle, noci, nocciole per avere un´alternativa pratica e veloce che non richieda troppo tempo ma che ci possa permettere di sgranocchiare qualcosa. Fare lo spuntino è perciò fondamentale ma anche qui, cosí come nell´intera dieta, bisogna prestare attenzione. Comportamenti sbagliati e scelte poco sane possono portare al mancato raggiungimento dell’obiettivo prefissato. Non bisogna mai saltare la colazione e concentrare tutto nello spuntino o saltare lo spuntino e mangiare continuamente durante la giornata o prediligere snack dolci e salati carichi di sale e zuccheri o bere bevande zuccherate e abusare di bevande alcoliche.

Piccoli accorgimenti alimentari e alimentazione equilibrata dunque, rappresentano la chiave vincente per mangiare bene a lungo termine.

Dott.ssa Mariagrazia Nicolí