LA PROTEZIONE CARDIOVASCOLARE INIZIA NEL PIATTO

Sulla buona salute di cuore e arterie intervengono svariati elementi: quelli genetici legati alla predisposizione familiare, l’età e il sesso, e quelli dovuti allo stile di vita, come la scorretta alimentazione, il fumo, l’alcol e la sedentarietà. È proprio su questi ultimi che è possibile lavorare per favorire il buon funzionamento del sistema cardiovascolare.

Perciò è importante smettere di fumare e di bere alcolici, a tavola dobbiamo diminuire i grassi e il sale, e scegliere un’attività sportiva da svolgere con regolarità come camminata, bici, corsa o tennis, l’importante è che sia adatta al nostro livello di salute.

Sforziamoci di seguire le buone regole alimentari per prevenire il rischio di pressione alta, diabete, alti livelli di trigliceridi e colesterolo LDL. Prima di tutto per garantire l’elasticità dei vasi sanguigni è indispensabile ridurre la quantità di sale introdotto con i cibi. Abbassare le calorie, eliminare dalla dieta gli alimenti grassi e le preparazioni culinarie che appesantiscono il fegato, come le fritture, le salsine elaborate, il bollito di carne e in particolare evitare i pasti troppo calorici e abbondanti, soprattutto la sera.

Certamente scegliere di alimentarci coi giusti nutrienti e inserire tanta acqua ci può aiutare, ma possiamo limitare il consumo quotidiano di carne rossa e insaccati, cerchiamo di privilegiare il prosciutto cotto, il prosciutto crudo magro o la bresaola, attenzione a non eccedere con le bevande gassate, bevande alcoliche e superalcolici. Moderare anche il consumo dei grassi di origine animale come la panna, lo strutto, il burro e il lardo, in sostituzione preferire l’olio extravergine d’oliva o l’olio di semi di lino spremitura a freddo o in alternativa per condire le nostre insalate possiamo inserire i grassi buoni che provengono da un mix di semi di chia, canapa e granola di nocciole, mandorle e arachidi.

Come regola generale: meno carne, più pesce e legumi. I legumi rappresentano una fonte di proteine vegetali e possiamo inserirli nella nostra alimentazione due-tre volte a settimana, contengono flavonoidi proteggono il cuore e aiutano a prevenire i coaguli di sangue. Le uova, carni bianche, come tacchino, pollo e coniglio, possono essere consumate due-tre volte a settimana. Introduciamo nel menu giornaliero la pasta o il riso integrale, contengono i fitoestrogeni e fitosteroli capaci di svolgere un effetto protettivo contro le malattie cardiovascolari.

Dobbiamo sforzarci d’introdurre più frutta e verdura importanti miniere di antiossidanti e ovviamente prive di colesterolo. Le verdure grazie al contenuto di fibre aumentano il senso di sazietà, e diminuiscono i livelli di colesterolo LDL nel sangue. Tra gli alimenti più raccomandati troviamo noci, mandorle, nocciole, uva passa, mele e pere, banane, pomodori, patate dolci e melograno.

 

Articolo scritto
da Carmen Zedda Nutrizionista e divulgatrice scientifica

www.dietanutrizionista.it