I CIBI PER ELIMINARE LE SCORIE DELL’INVERNO

Un altro lungo inverno è ormai alle spalle. Prima di tuffarci con entusiasmo nelle gite fuoriporta e goderci il sole primaverile all’aria aperta, è il caso di fare una piccola sosta. Anche se potrebbe non sembrare, il nostro organismo ne ha bisogno. Per affrontare al meglio la primavera, dobbiamo fare il pieno di energie; e prima di farlo, è necessario smaltire le scorie accumulate in questi mesi di freddo e buio, specialmente se abbiamo esagerato a tavola. Per fortuna, esistono alcuni alimenti in grado di darci una mano a depurarci e a ripartire a tutta birra.

 

Partiamo dal latte. Molti di noi lo consumano al mattino, e naturalmente va bene se non ci sono intolleranze al lattosio, ma berne un po’ prima di andare a dormire è un toccasana: la caseina farà rilassare i nostri muscoli e ci aiuterà a recuperare e a rigenerarli. Per gli spuntini di metà mattino e metà pomeriggio, optiamo invece per lo yogurt, bianco e senza zuccheri: i fermenti aiuteranno la flora intestinale e alzeranno i livelli di triptofano, migliorando il nostro umore e dandoci una mano a riposare meglio. Anche in un periodo detox, non possiamo fare a meno dei carboidrati, e qua entrano in gioco i cereali, meglio se integrali, grazie alle loro fibre insolubili. L’avena, oltre a fornirci carburante indispensabile, ci aiuterà a espellere tossine. Il riso bloccherà le microinfezioni intestinali, mais e orzo porteranno sali minerali senza gonfiarci, il farro garantirà un buon apporto di selenio utile per stimolare la tiroide.

 

Frutta e verdura poi non possono mancare: la cinarina dei carciofi stimola la secrezione biliare e la diuresi, gli spinaci combattono la stanchezza grazie all’acido folico e al ferro e i legumi, che sono molto versatili e possono essere impiegati in tantissimi modi in cucina, ci danno fibre, proteine, potassio, ferro e magnesio. Aglio e cipolla aiutano i reni, il rafanolo dei ravanelli è depurativo, l’asparagina degli asparagi è diuretica, la vitamina A delle carote favorisce il processo di rigenerazione delle cellule. Parlando di frutta, invece, kiwi, fragole e arance garantiscono l’apporto di quella vitamina C che il corpo non è in grado di produrre né di immagazzinare: importante, quindi, un consumo quotidiano. Noci, mandorle e pistacchi ci riempiono di energie, proteine e fibre, e sono fondamentali in particolare per chi svolge molto esercizio fisico. Buone notizie anche per i più golosi: il cioccolato fondente è utile per combattere gli sbalzi d’umore tipici di questo periodo, a patto naturalmente di non esagerare con le dosi.

 

Tra gli alimenti particolarmente indicati per questo periodo, non può mancare il peperoncino, un antibiotico naturale utile inoltre a insaporire le nostre ricette. I semi di chia sono ideali per combattere la stanchezza, e le proprietà stimolanti di guaranà e ginseng ci daranno lo sprint necessario a superare le scorie dell’inverno. In generale, infine, per disintossicare stomaco e fegato è fondamentale bere moltissimo, anche perché la disidratazione è uno dei motivi principali per cui ci sentiamo stanchi. Tisane, succhi di frutta, infusi e tè verde possono aiutarci a raggiungere quei 2 litri d’acqua al giorno che rappresentano l’obiettivo minimo. Infine, è importante evitare tutti quegli alimenti in grado di appesantire l’organismo: eliminando per qualche giorno alcolici, fritti, insaccati e bevande gassate dalla nostra dieta, faremo un primo passo fondamentale per affrontare al meglio la primavera. E le scorie dell’inverno, tra qualche settimana, saranno solamente un lontano ricordo.

 

Articolo scritto

da Carmen Zedda Nutrizionista e divulgatrice scientifica

www.dietanutrizionista.it